In seguito agli ultimi eventi ruguardanti il COVID 19, Éditions Gadoury si riserva la possibilità di ritardare o annullare qualsiasi ordine in funzione delle disposizioni, obblighi et ordinanze emesse dalle autorità.
Compra online

Libri

Corpus Luiginorum 2020

Corpus Luiginorum 2020
  • Autore: Maurice Cammarano
  • Editore: Editions Victor Gadoury
  • Anno: 2020
  • Lingua:  
Disponibile
 29,00

Questo nuovo libri della casa editrice Editions V. Gadoury, il Corpus Luiginorum, spiega l’autore il Sign. Maurice Cammarano, è stata una necessità dettata dalla numerosa comparsa di luigini inediti. Il libro ha piu di 200 pagine illustrate con foto, disegni e documlenti importanti. Tra le tabelle riepilogative non direttamente legate al singolo luigino, sono state rivisitate e corrette quelle i cui simboli– nel vecchio Corpus – erano solo disegnati (tipi di corone, gigli e lambelli); a questi sono stati accostati quelli ripresi direttamente dalle monete. E’ stata un’operazione lunga e complessa, quasi maniacale, che dovrebbe però aiutare nella corretta classificazione dei luigini visto che sotto la fotografia del simbolo si trovano i riferimenti di provenienza della moneta. L'“edizione aggiornata” trova la sua genesi nel catalogo personale dell'autore, iniziato nel 1992, quando – con l’acquisto di due luigini di LOANO – decise di dedicarsi a questo tipo di collezionismo, rinunciando a collezionare monete genovesi. Da quel giorno, tutti i luigini acquistati – ma anche quelli che comparivano di volta in volta nelle aste, nei convegni o nei musei –sono stati da lui registrati puntigliosamente per provenienza, peso, diametro, conservazione ma soprattutto per le loro varianti (tra queste come i tipi di gigli, corone, busti, lambelli ecc.): il tutto, con scrupolosa pignoleria, è stato catalogato e raccolto – nel già citato catalogo personale – di volta in volta in tabelle di confronto continuamente aggiornate. Nel questo libro ci sono gli luigini de molte città. Possiamo vedere gli luigini di Arquata, Avignone, Campi, Dombes, Fosdinovo, Genova, Incerti, Livorno, Loano, Lucca, Malta, Mantova, Massa di Lunigiana, Messerano, Modena, Monaco, Neuchatel, Orange, Ponzanello, Ronco e Roccaforte, Savoia, Seborga, Tassarolo, Torriglia, Vergagni e Zwolle. Tutte sono presentate con spiegazioni storiche, alcune hanno delle alberi genealogici e potete scoprire la stema di ogni città all’inizio del capitolo dedicato. A l’inizio del libro alcune note storiche precisano la comparsa delle luigini, i capitoli che seguono trattano delle monete reali francese Luigi XIII a Luigi XV, della classificazione dei luigini secondo la leggenda per zecca, secondo la leggenda del dritto e secondo la leggenda del rovescio. Troviamo anche gli simboli nelle leggende, I busti, I Tipi di corone, I gigli e lambelli negli scudi. Questo libro è un libro completo e essenziale su questa tipologia di monete. Permetterà ai collezionisti di luigini di trovare molte informazioni su queste monete e avere una collezione completa. Tutti i dettagli sono descritti. I tipi di corone hanno delle foto, delle disegni e delle descrizione precise. Per esempio, possiamo legere per un dettaglio di corona di Monaco “Corona a " fioroni" : tre foglie su tre piccoli archetti, alternate da una grossa gemma. Archetti e gemme poggianti sull'anello. Anello della corona con una mandorla alternata ad una gemma. Sotto l'anello entro cartiglio la leggenda " DEO IVVA". Troverete la stessa precisione per quanto riguarda i tipi di busti, i simboli e i motti nelle leggende. Sono anche descritti i lambelli è i simboli posti alla sommità dello scudo gentilizio ed indicanno la stretta appartenenza della casata alla famiglia reale francese. Lo sapete ? Una delle prime monete che porta questo simbolo è lo scudo d'oro battuto nel 1627 nella zecca di Trevoux per ricordare l'unione tra Gastone d'Orleans, terzogenito di Enrico IV re di Francia, e Maria de Montpensier Signora di Dombes. In seguito, sempre piu frequentemente, le monete di Dombes portano il lambello. Anche Anna Maria Luisa di Borbone "La grande Mademoiselle" Signora di Dombes, pone il lambello nelle sue monete, inclusi i luigini. Le contraffazioni e le falsificazioni dei luigini portarono naturalmente ad una diversa " interpretazione" del lambello, con la conseguente nascita di numerose varianti che sono elencati nel Corpus Luiginorum. 240 pagine

Chi ha comprato questo prodotto ha comprato anche:

{{#groups}} {{product-name}} ({{count}}) {{/groups}}
{{#groups}}
{{/groups}}
{{name}}